Le migliori azioni estere su cui investire

Spesso e volentieri la possibilità di investire nei mercati esteri è di grande interesse per gli investitori nostrani. Ciò è dovuto al fatto che gli indici in borsa delle altre nazioni hanno elevati rendimenti, il che spinge spesso i broker nostrani a puntare sui mercati stranieri.

cosa sapere prima di comprare azioni estereNon esistono, però, molti modi per approcciarsi ai mercati esteri. In genere, la maniera più classica è quella di acquistare delle azioni di altri Paesi, ma non è sempre facile come sembra: in alcuni casi, l’acquisto di azioni su mercati non Italiani può essere più difficile di quanto non avvenga per quelli italiani. Quindi, se volete investire su titoli esteri, la prima cosa che dovete fare è controllare che la vostra società fornisca questo servizio. Lo si può fare contattandola e chiedendo se offre la possibilità di investire all’estero. I broker online costano meno ed offrono gli stessi servizi.

Quali sono le migliori azioni estere da comprare?

Il consiglio che si può dare, per non sbagliare, è quello di cercare di puntare sulle grandi aziende. I colossi, specie quelli statunitensi, raramente vanno incontro a dei periodi davvero duri e rappresentano titoli relativamente sicuri.

Ovviamente non è semplice dare una previsione di questo tipo, tuttavia secondo gli esperti di finanzia, nel 2018 sarebbe utile investire nelle azioni di

  • Starbucks,
  • Visa,
  • Ionis Pharmaceuticals,
  • Buffalo Wild Wings
  • Union Pacific Corporation.

L’azienda che permette di investire anche su mercati stranieri in genere contatta una società affiliata all’estero o un market maker. Non sempre però l’azienda permette di acquistare specifiche azioni che si desiderano, a meno che non si abbia a che fare con broker molto specializzati, mentre in genere i broker hanno una gamma di prestazioni abbastanza limitate oppure chiedono delle commissioni eccessivamente elevate per l’investimento su titoli esteri. Oggi non è sempre così, in un mercato, anche finanziario, sempre più globalizzato le aziende si stanno aprendo alla possibilità di investire anche in borse estere.

Per esempio è possibile acquistare le azioni di società famose statunitensi: per fare ciò, bisogna aprire un conto trading in Italia, avendo cura di appoggiarsi ad una società di intermediazione che investe nelle azioni statunitensi (o di altro Paese) e che sarà agente di intermediazione fra voi e la borsa in quel Paese, seguendo anche tutte le formalità che si applicano in quel mercato di riferimento. I migliori broker ai quali fare riferimento sono quelli online, se non altro davvero più economici di quelli classici.

 

Lascia un commento